Tu sei qui

Suggerimenti comportamentali per un'alimentazione secondo natura

Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2016

Amore per il cibo sanoA te che leggi, se lo desideri, regalo questi suggerimenti, frutto della mia esperienza e dei testi che ho studiato... :)

  1. Non mangiare quando non senti fame: se ti senti sazia, se il tuo stomaco e la tua pancia non ti chiedono cibo, vuol dire che non sei pronta a riceverne. Mangiare senza aver fame è come voler mettere benzina in un'auto quando il serbatoio è ancora pieno: fai attenzione ai segnali del tuo corpo e impara ad ascoltarli.

  2. Smetti di mangiare quando senti che il tuo stomaco ti sta inviando un segnale di stop: non forzarti.

  3. Solo l'acqua e le tisane senza zucchero possono accompagnarti durante la giornata e, in quantità modeste, durante i pasti, senza interferire con i processi digestivi. Per ogni altra bevanda dovresti avere cautela ed essere selettiva.

  4. Prima di mangiare o di bere qualcosa di diverso da acqua o tisane, datti il tempo di completare i processi digestivi. Per migliorare la digestione, mastica quello che hai in bocca finché non diventa liquido o quasi, anche se richiede molto più tempo rispetto a come sei abituata. La durata della digestione è molto variabile: un po' di frutta, se presa al mattino a digiuno e senza alcun altro alimento solido o liquido, potrebbe essere digerita anche solo in mezz'ora, mentre un pasto con primo, secondo, dolce, frutta e caffè potrebbe intasare il metabolismo anche per un'intera giornata (e avvelenare il corpo). Come regola generale, impara a “sentirti”.

  5. Frutta e verduraPer agevolare la digestione, fai attenzione al tipo di alimenti, alle loro combinazioni e all'ambiente.

    1. Tipo di alimenti: sono da preferire quelli integrali, biologici e il più possibile nello stato di come si trovano in natura (frutta, verdura, cereali, legumi, frutta secca e semi);

    2. Combinazioni di alimenti: meno alimenti di tipo diverso metti insieme in uno stesso pasto o spuntino e meglio è (meglio un solo piatto per pasto con eventuale contorno, senza aggiunte di caffè, dolci o altro), inoltre la frutta fresca è digerita al meglio se mangiata da sola;

    3. Ambiente: le immagini e i messaggi negativi e violenti veicolati dalla televisione (in particolare dai tg e da certi film) fanno male alla mente, al corpo e alla digestione; a questo va aggiunto che le pubblicità sono studiate per indurre abitudini e desideri alimentari nocivi alla tua salute. Tieni la tv spenta o almeno sii molto selettiva, cerca di costruirti un ambiente il più possibile pacifico e disteso durante i pasti e gli spuntini.

  6. Non mangiare dopo cena e cerca di aver digerito prima di sdraiarti per dormire. Per questa ragione, cerca di non cenare troppo tardi.

  7. Cibo sano e buonoIl nostro corpo tende ad abituarsi a qualsiasi stile alimentare, sia nel bene che nel male, per questo puoi cambiare le tue abitudini. Ridurre significativamente, o smettere del tutto, di mangiare certi cibi o di bere certe bevande richiede uno sforzo in più, soprattutto all'inizio, mettendo alla prova la tua forza di volontà, perché si tratta di alimenti che creano una dipendenza psico-fisica. Dopo che ti sarai disintossicata da questi alimenti, non ne sentirai più il bisogno. Alcuni esempi di alimenti e abitudini che potresti limitare o eliminare:

    1. tè, caffè, vino, birra, fumo → se presi durante un pasto, o a fine pasto, ostacolano l'assorbimento del ferro (anche alcuni additivi nelle bevande gassate, nelle caramelle e nei derivati del latte ostacolano l’assorbimento del ferro);

    2. sale → troppo sale indebolisce le ossa, perché fa espellere il calcio attraverso le urine, aumenta il rischio di carie, fa male alla pressione, al cuore, alla vista, allo stomaco, ai reni, alla gravidanza, fa prendere peso a causa dell'accumulo di liquidi;

    3. bibite gassate → riducono la densità delle ossa e agevolano l'osteoporosi perché contengono acido fosforico;

    4. alimenti dolci → lo zucchero raffinato (contenuto pressoché in tutti i dolciumi, merendine, yogurt, gelati, cioccolata, brioches, biscotti, bibite gassate, ecc.) crea dipendenza come una droga pesante, riduce l'assorbimento del calcio, provoca carie, invecchiamento della pelle, obesità, malattie cardio-vascolari, diabete, ipertensione, malattie degenerative e tumori; gli alimenti dolcificati con edulcoranti, invece che con zucchero raffinato, creano anch'essi dipendenza, al pari di una droga pesante, e anch'essi possono essere cancerogeni;

    5. cibo spazzatura → è cibo spazzatura tutto quel cibo che fa solo ingrassare senza nutrire, ad es.: hamburger, hot dog, carne grassa, lardo, salsicce, pancetta, formaggi, burro, panna, patatine fritte, bibite, dolciumi, torte, ecc.; questi alimenti creano dipendenza come droghe a causa di certi tipi di grassi in essi contenuti, spingendo a consumare cibi sempre più grassi e dannosi; da notare che la carne rossa e la carne lavorata (affettati e insaccati) sono cancerogeni; la carne rossa è anche particolarmente nociva per le ossa, perché ricca di amminoacidi solforati che fanno espellere il calcio tramite l'urina;

    6. cioccolata → chi ha tendenza a ingrassare, farebbe meglio a evitarla del tutto, perché può creare dipendenza, innescando gli stessi meccanismi di ricompensa prodotti dagli stupefacenti;

    7. latte animale e prodotti derivati (formaggi e yogurt) → creano dipendenza come una droga, a causa della caseina che viene scissa durante la digestione e rilascia una serie di oppiacei, le casomorfine; un consumo eccessivo di latte, latticini e di prodotti alimentari a base di proteine animali potrebbe causare un'acidificazione del nostro organismo tale da portarlo ad una perdita di calcio (favorendo l'osteoporosi); inoltre è meglio limitarne il consumo per proteggersi da certi tumori, come il tumore al seno.

  8. Offerta di fruttaLe emozioni e le abitudini ti inducono ad avere un certo rapporto con il cibo e con le bevande, ma questo rapporto va bene per te? Il cibo non risolve i problemi emotivi o relazionali, anzi, ti fa “sentire in colpa” se quello che stai facendo ti fa ingrassare. Non cercare di risolvere i tuoi problemi interiori, psicologici, relazionali, di autostima, di bisogno di protezione e d'amore, cercando cibo o bibite: non funziona, se fai così aggravi solo i problemi. Non cercare di risolvere un vuoto interiore, una mancanza, creandoti una dipendenza, qualunque essa sia. Cerca maniere costruttive ed utili per affrontare i tuoi problemi, anche facendoti aiutare da chi svolge una professione di aiuto. Cerca di sviluppare un modo di essere che ti permetta di vedere gli aspetti positivi di ogni cosa e di ogni persona, che ti permetta di sentire tanta gratitudine per la vita e per tutto quello che di bello ti dà, senza lasciare spazio al lamentarsi e al criticare. Il modo migliore per iniziare e concludere una giornata è quello di esprimere gratitudine.

Ama chi è con te. Ama quel che sei. Ama quel che fai. Abbi cura della tua alimentazione, con Amore per te stessa, per la Vita, per chi ti vuole bene.
Francesco Galgani,
2 gennaio 2016

 

Classificazione: