Elogio del capitalismo?!!! Uno sguardo al nostro sistema economico

Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2015

Oggi ho letto che: «Penso che il vero meccanismo propulsore del capitalismo non sia la concorrenza ma la cooperazione, per produrre insieme ciò che nessuno potrebbe fare individualmente. La concorrenza in una società libera è importante, accresce le opportunità di scelta, ma il vero motore è il nostro desiderio di esseri umani di cooperare per creare qualcosa. Il capitalismo è basato sul nostro desiderio di creare ciò che ci fa vivere meglio, dunque la concorrenza, come il profitto, non si trova al primo posto.

La storia della matematica

Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2014

Sito web: http://www.storia-matematica.net/
Autore: Francesco Galgani - www.galgani.it

'Teorema di Pitagora' tradotto in arabo

Capitoli:

 

 

"La matematica, dicono i matematici, è serva e regina di tutte le scienze. E' il linguaggio che, come sosteneva Galileo, consente agli scienziati di leggere il libro della natura e, al tempo stesso, è come se vivesse pura, fuori della natura, in una realtà interamente sua. E' strumento ed essenza. E', appunto, serva e regina. In questa sua condizione duplice, eppure mai del tutto ambigua, la matematica ha accompagnato e trainato l'intera storia della scienza..."

Libero decalogo

Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2014

Libero decalogo

  1. Non giudicare.
  2. Dimentica ogni morale che ti è stata insegnata.
  3. Osserva i comportamenti e cerca di comprenderli.
  4. Lascia che la vita ti istruisca.
  5. Ricorda sempre che nessuno può giudicare la ragionevolezza dei propri pensieri.
  6. Sorridi e gioisci di cose semplici.
  7. Condividi i punti di vista, ma non cercare di imporne alcuno.
  8. Ama chi è con te.
  9. Ama quel che sei.
  10. Ama quel che fai.

Massa Marittima, gemma medievale della Toscana

Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2014

Sito web: http://www.massamarittima-toscana.net/
Segnalato su "La Torre Massetana", Anno LVIII, n°4, Massa Marittima, 30 aprile 2014, link all'articolo
 

Massa Marittima
Gemma medievale della Toscana

Video "Passeggiata per immagini"
Storia, Attività Mineraria, Territorio,
Fotografie, Litografie e Disegni

a cura di Francesco Galgani

Immersa nella Maremma toscana, a 20 km dal mare, Massa Marittima, centro culturale delle "Colline Metallifere", si trova ad un'altitudine di 380 mt. Il comune si estende su una superficie di 284 km2 ed ha una popolazione di circa 8800 abitanti, che vive su un territorio di grande pregio naturalistico, con boschi cedui, macchia mediterranea, campi dedicati all'agricoltura e al pascolo.

Istruzioni per la raccolta differenziata

Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2014

Le informazioni seguenti valgono per le province di Arezzo, Grosseto e Siena, la cui raccolta dei rifiuti è gestita da Sei Toscana. Probabilmente valgono più o meno così come sono anche per il resto di Italia, ad ogni modo - per evitare di fare errori - consiglio di controllare il sito web del gestore dei rifiuti della propria zona, in quanto possono esserci piccole ma importanti differenze da zona a zona (ad esempio, riguardo al Tetrapak).

La raccolta differenziata, affinché funzioni, deve essere eseguita con attenzione.

Come il singolo cittadino (magari pacifista) finanzia la guerra

Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2014

Per il singolo cittadino, ricco o povero che sia, è praticamente quasi impossibile evitare di avere rapporti con le banche e, ammesso anche che ci riesca, comunque la sua vita è da loro pesantemente influenzata. Tra l'altro, al di là delle parvenze democratiche del sistema politico in cui i cittadini sono inseriti, il vero potere politico nazionale e mondiale è in mano alle banche: non aver compreso questo aspetto, significa non aver capito nulla di come funziona il potere.

La radice di tutte le guerre: da quelle personali a quelle mondiali

Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2014

E' facile parlare di pace o sperare passivamente (e in verità con poca convinzione) in un mondo meno violento, è invece molto più difficile essere protagonisti di un cambiamento che porti giorno dopo giorno alla pace. Tale difficoltà non è solo una questione di intenti, ma deriva principalmente dalla mancata comprensione di quale sia la radice da cui partono tutte le guerre, da quelle piccole e personali verso una persona o un gruppo di persone, a quelle di portata ben più ampia, come le guerriglie, il terrorismo o un vero e proprio conflitto armato tra nazioni.

Pagine

Abbonamento a Informatica Libera - Blog di Francesco Galgani RSS